Make your own free website on Tripod.com

Stato di Conservazione

guidafumetto.jpg (19002 byte)

Dovendo cercare di identificare in maniera obbiettiva lo stato di conservazione degli albi a fumetti, abbiamo preso ispirazione dalle descrizioni tratte dalla Guida al Fumetto Italiano di Gianni Bono.


Per poter valutare un qualsiasi fumetto, è necessario verificare lo stato di conservazione, atteso che li collezionismo di fumetti concerne materiale soggetto a usura. Ciò è particolarmente evidente per quei fumetti degli albori (cioè il periodo anteguerra), nonché per quelle pubblicazioni realizzate con carta facilmente friabile o di grande formato, per dimensioni o numero delle pagine.

Classi di catalogazione
Se idealmente si potessero rapportare i differenti stati di conservazione in determinate categorie di appartenenza, riteniamo si dovrebbero costituire sei classi diverse. Tutto ciò, ripeto, solo in termini teorici, in quanto è evidente che, nessun fumetto sarà mai conservato come un altro.

Mediocre
La prima, in ordine crescente, di queste cinque classi ideali, è la mediocre: i fumetti così classificati saranno senz'altro mal conservati, con evidenti difetti estetici, per cui le copie in questione non potranno essere collezionate, a eccezione di quei fumetti di comprovata rarità di reperimento.

Discreto
La successiva categoria è il discreto stato, che è da considerarsi a tutti gli effetti una classe di mezzo tra la mediocre e la buona. Qua i difetti saranno meno marcati, ma pur sempre evidenti, tipo segni di biro, pieghe varie, abrasioni in costola o alle copertine, presenza di scotch, ruggine alla graffetta con interessamento delle pagine, piegatura della costola con schiacciamento dell'albo ecc. Trattasi, quindi, di fumetti acquistati con la speranza di trovarne in futuro delle copie migliori.

Buono
La terza classe, che qui denominiamo buona, i normali segni di invecchiamento, qua ancora meno marcati e meno evidenti, emergeranno solo a un'analisi più attenta, fermo restando che il fumetto dovrà essere integro e completo di tutte le sue parti. Difetti ammessi: lievissime pieghe alle copertine, segni di nastro adesivo, piccole macchie, pinzette arrugginite, scolorimento delle copertine ecc.

Ottimo
Le copie così classificate dovranno soprattutto aver conservato quella freschezza delle copertine e quella vivacità dei colori, che sono la caratteristica dei fumetti ben conservati. Assegnare dei difetti anche per questa categoria, potrà sembrare un controsenso, ma con tale parola si vogliono indicare quelle imperfezioni quali per esempio un lieve segno di biro, la tinteggiatura del bordo, ecc., che non portano un sostanziale deprezzamento al fumetto considerato.

Perfetto
La classe immediatamente successiva è quella dell'albo perfetto. Le copie così classificate avranno le stesse caratteristiche dell'albo Ottimo per quanto riguarda la freschezza delle copertine e quella vivacità dei colori, senza essere presenti le imperfezioni prima citate, il segno di biro, la tinteggiatura del bordo,ecc.

Edicola
L'albo da edicola, ultima delle sei classi ideali, rappresenta il top nel campo del collezionismo dei fumetti; è l'esatto sinonimo del "fior di conio" in campo numismatico, e sta a significare che la copia in nostro possesso sarà nello stesso stato in cui era al momento della pubblicazione; comunque tali copie dovranno presentare la loro completa integrità di tagliandi, figurine e simili, quando queste erano parte integrante del fumetto.